Gli attacchi di panico nei bambini

 

Anche se il disturbo di panico è raramente presente durante l’infanzia, figli di genitori con disturbo di panico hanno 8 volte più probabilità di sviluppare loro stessi il disturbo durante l’età adulta. Considerando il forte contributo genetico al disturbo di panico, molti genitori potrebbero chiedersi che cosa possono fare per prevenire che i loro bambini sviluppino il disturbo di panico.
E ‘ importante per i genitori  tenere a mente che, proprio come molti problemi medici, non vi è alcun modo garantito per evitare che il loro bambino  sviluppi il disturbo di panico. Nessun genitore è perfetto e nessun genitore dovrebbe sentirsi in colpa se il bambino sviluppa il disturbo di panico. Come la maggior parte dei disturbi di salute mentale, anche il panico è causato da una combinazione di influenze biologiche, psicologiche e sociali.
Il disturbo di panico e ansia nei bambini è spesso visualizzato in modo diverso di quanto non sia nell’ età adulta. I bambini mostrano tipicamente segni di ansia da separazione con i problemi, le paure e fobie, e l’eccessiva preoccupazione per la sicurezza dei membri della famiglia. Se avete notato comportamenti ansiosi nel vostro bambino, sarebbe utile contattare un professionista che può verificare innanzitutto che non si tratti di un  problema fisico, quale  causa del nervosismo. La diagnosi precoce è fondamentale per aiutare un bambino a riceve cure adeguate per un disturbo d’ansia.Si possono notare alcuni comportamenti,  quali il fatto che il vostro bambino ha insolitamente paura di situazioni differenti o mostra segni di frequente ed eccessivo nervosismo. Ci sono dei modi in cui i genitori possono insegnare ai loro figli a sentirsi più rilassati, sicuri e sotto controllo. Insegnare queste abitudini, permetterà  di aumentare le possibilità che tali comportamenti non si ripresentino  nella loro età adulta. Sono elencati di seguito i modi in cui i genitori possono essere di supporto ai propri figli, che sono ansiosi e timorosi.

 Essere un modello
I genitori che mostrano paura cronica e atteggiamenti nervosi in genere hanno figli altrettanto ansiosi. I genitori eccessivamente prudenti potrebbero inconsapevolmente inviare il messaggio ai loro figli che il mondo è un luogo spaventoso. Tali punti di vista appresi possono anche far pensare ai bambini di correre rischi per tutta la vita. Aiutate vostro figlio a crescere come un adulto autosufficiente, insegnando quantità adeguate di indipendenza e autosufficienza. E’ utile incoraggiare il bambino a esplorare e sperimentare il mondo che li circonda. Quando il bambino matura in adolescente, insegnare gradualmente la responsabilità e l’autonomia supplementare. Queste lezioni aiuteranno a crescere in giovani adulti che sono fiduciosi e in grado di lanciasi nella propria vita invece di temere di lasciare il nido.
I bambini possono sviluppare fobie, osservando le loro figure genitoriali che hanno paura  di qualcosa. Ad esempio, se si visualizza un timore di guidare durante un lungo viaggio con il vostro bambino si può inconsapevolmente trasmettere questa paura su di loro. Un modo migliore per i genitori nervosi per proteggere il loro bambino è quello di cercare di non visualizzare quantità eccessive di preoccupazione di fronte a loro.
Un altro modo per ridurre l’ansia in casa è di limitare o eliminare completamente gli eventi ansiogeni comuni, come ad esempio guardare in tv storie tragiche. I bambini non sono emotivamente pronti a gestire gli eventi tristi e catastrofici che sono spesso mostrati in televisione e sui giornali. Quando non è possibile eliminare l’esposizione del bambino a storie di tragici eventi, utilizzare questo tempo per modellare un atteggiamento più calmo rimanendo composto e rilassato quando ti accorgi che il tuo bambino è sempre nervoso per un evento o una situazione. Fate loro sapere che è normale sentirsi preoccupati condividendo con loro le paure reciproche e incoraggiare il bambino a fare lo stesso.

 

Lasciare libera l’espressione di sentimenti
A volte gli adulti con disturbo di panico sono  cresciuti in una famiglia in cui sono stati scoraggiati ad esprimere i loro sentimenti interiori. I genitori possono credere che alcune emozioni siano poco lusinghiere, come ad esempio scoraggiando i ragazzi a piangere o le ragazze ad arrabbiarsi. E ‘ importante che i genitori forniscano un ambiente in cui i bambini si sentono sicuri di esprimersi anche quando ci si sente vulnerabili.

Per aiutare il vostro bambino ad essere sicuro di sé nei propri pensieri e sentimenti, è necessario permettere loro di comunicare apertamente come si sentono, incoraggiando l’assertività, e tollerando le espressioni ragionevoli di opinioni personali. Inoltre, è importante aiutare il bambino ad identificare i propri sentimenti. Chiedere come certi eventi della vita li hanno influenzati,  questo può essere incredibilmente utile nelle transizioni difficili, come cambiare scuola o città. Per incoraggiare la consapevolezza del corpo e delle reazioni fisiche allo stress, chiedete loro come si sentono, come avvertono dolore allo stomaco o senso di oppressione al petto.

Fornire struttura e consistenza
Bambini ansiosi spesso prosperano in famiglie abitudinarie;  creare orari prestabiliti per i pasti, di andare a dormire, i compiti e giocare, insegnare le buone abitudini, come sistemare lo zaino di scuola la sera prima o lentamente rilassarsi prima di dormire;  tali routine permettno al bambino di sentirsi più organizzato, preparato, e rilassato.

I genitori devono inoltre garantire la coerenza disciplinare, spesso attraverso le ricompense e le conseguenze. I bambini hanno bisogno di regole e disciplina per aiutarli a sentirsi al sicuro e sapere che cosa ci si aspetta da loro. Fornendo loro struttura attorno a regole e comportamenti, si lascia sentire  loro, un forte senso di controllo e sicurezza.

Insegnare abilità di coping
I genitori possono aiutare un bambino a superare la paura attraverso il sostegno a piccoli passi, così  il bambino può far fronte ad una situazione ansiogena. Lodando il bambino anche per i successi più piccoli può infondere fiducia e prevenire comportamenti di evitamento.

Il anico e l’ansia possono anche essere ridotti insegnando al  bambino tecniche di rilassamento che sono modificate per i bambini. Ad esempio, si può insegnare esercizi di respirazione profonda quando il bambino ha paura. Un altro modo per rilassarsi, è quello di insegnare una versione di rilassamento muscolare progressivo al vostro bambino. È possibile utilizzare un oggetto, come un cuscino o un grande animale di peluche.
 Insegnare le tecniche di coping può essere un ottimo modo per aprire una discussione sull’ ansia, normalizzare l’esperienza del bambino, e promuovere il legame con il vostro bambino. Come detto, non c’è un modo infallibile per i genitori per prevenire il disturbo di panico.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2016 Frontier Theme